un luogo a venire  A place to come

english below

Un uomo con due cani attraversa un paesaggio. Una persona cammina lungo un pendio e si ferma a guardare l'orizzonte. Altre persone corrono, mentre la natura restituisce la sua enigmaticità.

Un luogo a venire è un video sui reciproci rimandi che si instaurano tra la nuda descrizione di un luogo e la sua concreta manifestazione. 

La struttura narrativa di questo lavoro parte dalle caratteristiche percettive che si sviluppano in una particolare condizione meteorologica: la nebbia. 

Come nella nebbia, in questo video i suoni precedono la realtà non ancora palesata. Un voice over inoltre anticipa, della realtà a venire, una descrizione orale: in ogni sequenza viene anticipato lo scenario di quella successiva.

Suoni e voice over, dunque, producono l’annuncio di scenari non ancora concretizzatisi davanti ai  nostri  occhi.  La presenza di ogni luogo ha un prima, i suoi suoni e la sua descrizione, e un dopo, la sua comparsa visiva, esplicitando così la domanda: qual’è il presente.

Il luogo rappresentato in questo video non evolve però in base a semplici  linee temporali, ma secondo quella particolare modalità di attraversamento che è la nebbia e che, in questo video, viene intesa come una sorta di nome collettivo nel quale raggruppare sotto un unico genere tutti gli elementi della realtà preconizzata: il luogo a venire.

A man with two dogs crosses a landscape. A person walks along a ridge and stops to look at the skyline. Other people run while nature shrinks back its enigmaticness. In this video landscape does not evolve according to simple time curves, but according to the particular mode of crossing of a weather element: fog.
A place to come, is a video about the mutual references between the plain description of a place and its concrete demonstration. The narrative structure of the work starts from the perceptive features that are developed by the presence of fog.
In this video, the reality that is still not expressed is anticipated by sounds. Just as it happens in case of fog. Moreover, a voice over describes the reality to come. In each sequence, the setting of the next scene is anticipated by voice over sounds.